Ultima modifica: 14 Giugno 2022
Istituto Comprensivo Statale "Picentia" > Circolari > Tutti > Modalità di svolgimento dell’Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a. s. 2021/2022 (D.M. 741 del 3/10/2017)

Modalità di svolgimento dell’Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione a. s. 2021/2022 (D.M. 741 del 3/10/2017)

Ai docenti

ai genitori e agli alunni

delle classi terze

della scuola secondaria

CIRCOLARE N. 19 a.s. 21/2022

L’esame di Stato è finalizzato a verificare le conoscenze, le abilità e le competenze acquisite dall’alunno/a al termine del primo ciclo di istruzione, tenendo conto del profilo dello studente e dei traguardi di sviluppo delle competenze previsti per le discipline dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell’Infanzia e del primo ciclo di istruzione (Art. 1 D.M. 741 del 03/10/2017).

AMMISSIONE dei candidati interni

In base all’art. 2 del D.M. n. 741 dello 03/10/2017,  l’ammissione all’esame di Stato è subordinata alle seguenti condizioni:

  • validazione dell’anno scolastico (frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato) come da delibera del Collegio Docenti.
  • Non essere incorsi nella sanzione disciplinare di NON AMMISSIONE ALL’ESAME DI STATO (art. 4 cc. 6 e 9 bis DPR 249/98).

VOTO DI AMMISSIONE

Il voto di ammissione viene espresso in decimi dal Consiglio di classe in sede di scrutinio, esso scaturisce dalla media delle medie delle votazioni disciplinari dei tre anni del percorso scolastico compiuto dall’allievo nella scuola secondaria di primo grado. Il voto di ammissione può essere anche inferiore a 6 decimi.

COMMISSIONE D’ESAME

La commissione d’esame è articolata in sottocommissioni per ciascuna classe terza, composta dal Consiglio di classe.

Svolge la funzione di Presidente il dirigente scolastico dell’Istituto o suo delegato.

 CALENDARIO

L’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione si svolge tra la fine delle lezioni e il 28 giugno.

GIOVEDI’ 9 GIUGNO RIUNIONE PRELIMINARE ORE 13.30/15.30 2 H
LUNEDI’ 13 GIUGNO Prova di ITALIANO Ore 8.00 4 h
MARTEDI’ 14 GIUGNO Prova di MATEMATICA Ore 8.00 3 h
GIOVEDI’ 16 GIUGNO RATIFICA PROVE SCRITTE ORE 9.00/12.00 3 H
DAL 17 AL 23 GIUGNO PROVE ORALI

3 A – 17/06/22

3 B – 20/06/22

3 C – 21/06/22

3 D – 22/06/22

3 E – 23/06/22

Ore 8.00/19.00 Seguirà calendario specifico
VENERDI’ 24 GIUGNO RATIFICA FINALE ORE 9.00/11.00 2 H

PROVE D’ESAME

L’esame è costituito da due prove scritte ed un colloquio.

La commissione predispone le prove d’esame ed i criteri per la correzione e valutazione. Le prove scritte sono le seguenti:

  • prova scritta di italiano intesa ad accertare la padronanza di produzione e comprensione di vari generi testuali.
  • Prova scritta relativa alle competenze logico matematiche

PROVA DI ITALIANO

Sono previste diverse tipologie.

  • Tipologia A: testo narrativo e descrittivo coerente con la situazione, l’argomento, lo scopo e il destinatario indicati nella traccia
  • Tipologia B: testo argomentativo che consenta l’esposizione di riflessioni personali
  • Tipologia C: comprensione e sintesi di un testo letterario, divulgativo, scientifico, anche attraverso richieste di riformulazione

Nel giorno calendarizzato per l’effettuazione della prova, la commissione sorteggia la terna di tracce che sarà proposta ai candidati. Ciascun candidato svolge la prova scegliendo una delle tre tracce sorteggiate.

Il Dirizionario può essere utilizzato solo se nella prova non sono presenti domande relative al lessico. Gli alunni con Bisogni Educativi Speciali possono utilizzare gli strumenti compensativi previsti nel loro Piano personalizzato e utilizzati nel corso dell’anno.

PROVA DI MATEMATICA

Sono predisposte tre tracce riferite alle seguenti tipologie:

  • problemi articolati su una o più richieste
  • quesiti a risposta aperta

Se la traccia contiene più problemi o quesiti, le soluzioni sono indipendenti tra loro, per evitare che la loro progressione pregiudichi l’esecuzione della prova stessa.

Nel giorno della prova, la commissione sorteggia la traccia che sarà proposta ai candidati.

Strumenti che possono essere utilizzati dagli alunni: compasso, righello, tavole.

COLLOQUIO

Il colloquio viene condotto collegialmente dalla sottocommissione, ponendo particolare attenzione alle capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi, di pensiero critico e riflessivo, di collegamento organico e significativo tra le varie discipline di studio. Alunni e alunne, in base alla tematica assegnata loro dal Consiglio di classe, possono presentare una mappa concettuale, uno schema di collegamento, un Power Point interdisciplinare, ecc. Il colloquio tiene conto anche dei livelli di padronanza delle competenze connesse all’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione.

Per i percorsi a indirizzo musicale è previsto lo svolgimento di una prova pratica di strumento.

I singoli Consigli di classe gestiscono il colloquio con modalità concordate e condivise.

VALUTAZIONE FINALE

La valutazione delle singole prove è espressa con voto intero in decimi. Il voto minimo è 4, il massimo 10.
Si calcola la media dei voti riportati nelle 3 prove (2 scritti e colloquio) senza arrotondamenti. Il voto finale è dato dalla media del voto di ammissione e della media delle 3 prove d’esame.

L’esame si intende superato se il candidato ottiene una valutazione finale non inferiore a sei decimi.

La valutazione finale di 10/10 può essere accompagnata dalla LODE, espressa all’unanimità dall’intera Commissione ove ricorrano i requisiti posti in sede di riunione preliminare.

Gli esiti dell’esame sono resi pubblici mediante l’affissione all’albo della scuola.

 

la Dirigente

dott.ssa Ginevra de Majo




Link vai su