Ultima modifica: 30 settembre 2020
Istituto Comprensivo Statale "Picentia" > Circolari > Tutti > Comunicazioni avvio anno scolastico scuola primaria 2020/2021

Comunicazioni avvio anno scolastico scuola primaria 2020/2021

Ai docenti della scuola primaria

Agli Alunni 

CIRCOLARE

Gentili docenti, l’anno scolastico appena iniziato si presenta denso di impegni, il cui adempimento richiederà, come di consueto, la collaborazione attiva di tutti voi. Al fine di mantenere un clima ordinato e sereno, che salvaguardi la sicurezza di tutti, ritengo opportuno ribadire, nel pieno rispetto della professionalità docente, alcune indicazioni organizzative, e ricordare gli adempimenti ai quali è necessario attenersi nello svolgimento delle proprie funzioni.

E’ quanto mai opportuno, alla luce della situazione emergenziale che stiamo vivendo, come già richiamato nella precedente circolare, assicurare la vigilanza sugli alunni minori e in particolare sul rispetto delle norme di sicurezza anti COVID, per non incorrere nelle sanzioni che la legge prevede in caso di omessa vigilanza.

Le misure seguenti sono ad integrazione di quanto disposto nei Regolamenti già in adozione nel nostro Istituto.

A tal fine, ciascun docente rispetterà le seguenti direttive.

  • I docenti dovranno trovarsi in aula 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni (come da contratto) e avvisare il Vicario o la Segreteria dell’eventuale ritardo, in tempo utile per consentire di garantire, con tempestività, la sorveglianza della classe. In caso di ritardo, il docente provvederà a giustificare per iscritto.
  • Il cambio d’ora dovrà avvenire il più celermente possibile (entro e non oltre i cinque minuti) e i docenti che abbiano avuto, nell’ora precedente, un’ora di spacco sono tenuti a farsi trovare già alla porta dell’aula in cui debbono subentrare.
  • Nel caso in cui non sia possibile attendere il collega, è necessario non allontanarsi prima di aver chiamato il collaboratore scolastico ad assicurare la sorveglianza.
  • Le classi che sono state condotte dal docente in un laboratorio, secondo un calendario rispettoso del Regolamento di Istituto, devono essere accompagnate in aula entro il suono della campanella per il cambio d’ora.
  • Il docente presente all’inizio della ricreazione, che si svolge in orario programmato per interclasse, vigila sugli alunni durante l’intervallo; l’intervallo si svolge presso il proprio banco.
  • Al termine delle lezioni, le classi usciranno dall’aula al suono della campanella (non prima) in fila indiana mantenendo la destra, e impegneranno ordinatamente la scala come stabilito; i docenti accompagneranno gli alunni, in fila, fino al cancello che si apre sull’isola pedonale

In considerazione delle recenti sentenze sull’obbligo di consegna degli alunni ai genitori o a loro delegati, si rendono necessarie alcune misure cautelative, che tutelino docenti e alunni, e vadano incontro alle esigenze dei genitori.

I docenti devono assicurarsi che gli alunni siano effettivamente prelevati da chi ha la delega, al fine di evitare di incorrere in sanzioni penali, nel caso in cui l’alunno rimanesse senza sorveglianza e i genitori non avessero sottoscritto la delega.

 Comunicazione interna

La divulgazione delle comunicazioni interne avverrà:

  • tramite il sito web: in tal caso la pubblicazione costituisce atto di notifica ai destinatari e sarà, pertanto, dovere di ogni lavoratore prenderne visione;
  • tramite copia cartacea inviata in ciascuna sede. In tal caso, i docenti riporteranno la comunicazione nel Registro di classe;
  • tramite gmail di Istituto;
  • Tramite WA nelle chat dei docenti di Istituto;

Comunicazione alle famiglie e richiesta della firma per presa visione

E’ obbligo del Personale scolastico segnalare per iscritto alle famiglie e richiedere la firma per presa visione delle comunicazioni riguardanti:

  • variazioni del calendario scolastico;
  • variazioni dell’orario scolastico;
  • assemblee del personale scolastico;
  • scioperi del personale scolastico;
  • uscite didattiche anche sul territorio comunale;
  • Ogni altra comunicazione che riguardi l’organizzazione scolastica e i genitori.

I coordinatori di classe controllano altresì le firme dei genitori apposte agli avvisi dettati. Il ricevimento dei genitori avviene preferibilmente on line, mettendo a disposizione un’ora settimanale, ovvero in presenza nell’atrio, negli spazi dedicati e nel rispetto delle regole anti contagio.

Controllo delle assenze e tenuta del registro elettronico

Tutti i docenti hanno il dovere di firmare il registro elettronico, di registrare le assenze degli alunni nella propria ora di lezione, ivi compresi gli ingressi in ritardo o le uscite anticipate; il docente della prima ora, inoltre, registra sul registro elettronico anche le eventuali giustificazioni delle assenze effettuate. Per gli alunni titolari di permesso è comunque opportuno segnalare l’ingresso posticipato.

Il coordinatore di classe ha il compito di supervisionare l’avvenuta compilazione del registro elettronico, di controllare costantemente il numero delle assenze effettuate dagli alunni, le giustifiche e l’avvenuta consegna dei certificati medici dopo cinque giorni o della consegna dell’autocertificazione dopo 3 giorni (nel caso in cui l’assenza non sia dovuta a motivi di salute); inoltre, comunicano alla Dirigente l’eventuale assenza di “massa” degli alunni della classe (cf. Rapporto dell’ISS n. 58/20), e alla Referente per l’obbligo scolastico i casi di alunni che effettuano quindici assenze prolungate o saltuarie non giustificate, al fine di consentire alla scuola di accertarne il motivo, e dare seguito alle disposizioni vigenti in ordine al contrasto alla dispersione e al contagio.

  • L’uso dei servizi da parte degli alunni avverrà dalle 10.00 alle ore 11.00, due (maschio e femmina) alla volta, secondo un orario programmato; se il docente ritiene che l’alunno si trattenga in bagno oltre un tempo adeguato, allerta i collaboratori o controlla di persona, dopo aver garantito la sorveglianza della classe. Il dovere di sorveglianza, infatti, persiste nel caso in cui l’uscita dalla classe si prolunghi oltre un tempo ragionevole.
  • Il docente dell’ultima ora dovrà ricordare agli alunni di lasciare le aule pulite e ordinate e controllare che i preparativi per l’uscita avvengano in modo ordinato;
  • le uscite anticipate degli alunni potranno avvenire in casi particolari solo su motivata richiesta del genitore. Nel caso in cui un alunno manifestasse un malessere o sintomi quali febbre, tosse, raffreddore, ecc. il docente avverte il Referente COVID, che provvede ad avvertire i genitori; nel frattempo l’alunno/a è accompagnato/a da un collaboratore nell’aula COVID;
  • tutti i docenti sono invitati a discutere con gli alunni sul Regolamento d’Istituto con annessa tabella delle sanzioni disciplinari, disponibile sul sito della scuola, in particolare per quanto riguarda le norme anti contagio, l’utilizzo dei cellulari e gli atteggiamenti di bullismo o di prevaricazione;
  • la reiterata violazione delle norme di sicurezza e di prevenzione del contagio dà luogo alle sanzioni così come stabilito dal Regolamento di Istituto.

Si ricorda che, ai sensi del D.P.R. n. 249/1998, l’uso dei cellulari da parte degli studenti, durante lo svolgimento delle attività didattiche, è vietato a meno che non espressamente richiesto dal docente a esclusivo uso didattico e sotto il suo stretto controllo.

Se l’alunno viene sorpreso dal docente o dal personale con il cellulare acceso si procederà al sequestro temporaneo dell’apparecchio, allo scopo di evitare che il minore ne faccia un uso scorretto. Il cellulare da ritirare è spento dall’alunno stesso e consegnato dal docente alla Segreteria, la quale invita telefonicamente la famiglia a ritirarlo prima della fine delle lezioni e previa sottoscrizione di un verbale sull’accaduto. Qualora i genitori non si presentino in tempo utile, il dispositivo è riconsegnato direttamente all’alunno. All’alunno/a scoperto/a con il cellulare acceso per la prima volta non verrà comminata la sospensione; se l’infrazione è reiterata è comminata una sospensione da uno a cinque giorni, con gradualità. Il divieto di utilizzare il telefono cellulare, durante le attività di insegnamento e di apprendimento, vale anche per il personale docente, come già previsto con precedente circolare ministeriale (n. 362 del 25 agosto 1998).

Si raccomanda, inoltre, di informare gli alunni che l’attuale normativa contro il bullismo e cyberbullismo consente al Dirigente scolastico, in caso accertato anche di minacce, intimidazioni, insulti, subiti dagli alunni anche fuori della scuola, su chat o social, di denunciare colui o colei che se ne sia reso responsabile.

  • I docenti raccomandano agli alunni:
  • di essere puntuali;
  • di non dimenticare materiale scolastico e/o merenda a casa, poiché non è consentito ai genitori portare a scuola alcunché durante le attività didattiche;
  • di non portare a scuola dolci o quant’altro per festeggiamenti;
  • di non consegnare soldi ai collaboratori per l’acquisto di merendine o bibite ai distributori, il cui utilizzo è riservato al personale scolastico (i collaboratori devono vigilare al piano);
  • di recarsi in bagno per effettiva necessità, senza trattenersi più del dovuto né nei locali del bagno, né a chiacchierare con i collaboratori;
  • di igienizzare spesso le mani, in particolare in occasione dell’utilizzo dei servizi e prima e dopo la merenda;
  • di giustificare prontamente le assenze inferiori a 5 giorni, accompagnato dall’autocertificato nel caso in cui non fossero dovute a motivi di salute;
  • di non venire a scuola senza certificato medico di riammissione, dopo 5 giorni di assenza per motivi di salute; è cura del coordinatore contattare la famiglia e accertarsi dei motivi dell’assenza nel caso in cui superi i 5 giorni;
  • di avere cura del proprio diario scolastico sul quale si annotano i compiti e le comunicazioni scuola/famiglia;
  • di rispettare scrupolosamente le indicazioni per l’ingresso e l’uscita da scuola (entrate e scale);
  • di non consentire l’uscita di due alunni alla volta, per richiedere fotocopie o per altri compiti.
  • I docenti in orario provvedono:
  • a consegnare periodicamente le mascherine destinate agli alunni
  • ad annotare sul Registro il nome di chi essendo assente non ha ricevuto la dotazione e a conservarla per consegnarla al rientro dell’alunno a scuola.

Nella convinzione che l’insegnamento più efficace si impartisce attraverso l’esempio e il comportamento agito, più che attraverso le raccomandazioni e le sanzioni, si invitano tutti i docenti a costituire per gli alunni un modello positivo di rispetto delle regole scolastiche e della convivenza civile.

Confidando nella consueta collaborazione della comunità scolastica, per il regolare e proficuo svolgimento delle attività didattiche, si porgono a tutti i migliori auguri di buon lavoro e buon anno.

La Dirigente

dott.ssa Ginevra de Majo




Link vai su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi